Articolo di :

Pontedilegno Terme

Conferenza stampa 680 382 Pontedilegno Terme

Conferenza stampa

HA PRESO IL VIA IL CANTIERE DEL CENTRO TERMALE WELLNESS Altri progetti che puntano a raggiungere obiettivi sempre più alti verranno inaugurati a breve e completati nel prossimo triennio.

Ponte di Legno (BS), 04.03.2019 – E’ stato allestito in questi giorni il cantiere che porterà alla realizzazione dell’ambizioso progetto del Centro termale wellness di Ponte di Legno, un importante tassello che arricchirà l’offerta del comprensorio Pontedilegno-Tonale nell’ottica di un’accoglienza turistica di qualità.

Con il Centro termale wellness ha preso il via una seconda fase di progettualità, dettata da una visione imprenditoriale particolarmente lungimirante che negli ultimi 12 anni ha permesso al comprensorio Pontedilegno-Tonale di trasformarsi in una delle località sciistiche più importanti dell’arco alpino.

Nel 2006 il progetto denominato Grande Sogno portò all’ampliamento della ski area verso il comune di Temù con 4 nuove seggiovie e alla realizzazione di una cabinovia che collega Ponte di Legno al Passo Tonale, autentica spina dorsale dell’intero carosello sciistico. Mario Bezzi, presidente del Consorzio Pontedilegno-Tonale e della SIT spa che è titolare del progetto del Centro termale, era alla regia di questo grande progetto insieme a Corrado Tomasi che era sindaco di Temù. All’epoca Bezzi era anche primo cittadino di Ponte di Legno: si trattò del più importante progetto legato al settore degli impianti di risalita in Lombardia, un investimento di oltre 60 milioni di euro, finanziato anche con risorse pubbliche e realizzato in tempo record. Le ricadute sull’economia sono state assolutamente positive: in dodici anni i passaggi registrati sugli impianti di risalita sono passati da 6 a oltre 11 milioni e, con un fatturato lordo di oltre 19 milioni, siamo attualmente il secondo comprensorio sciistico lombardo!

Ponte di Legno è in netta controtendenza rispetto al settore montagna della Lombardia che negli ultimi 10 anni ha continuato a perdere terreno, uno studio realizzato dalla società JFC Ferruzzi parla infatti di un calo di presenze del 20% a livello regionale, mentre qui le presenze sono aumentate del 40%. Si tratta di un risultato che non nasce per caso ma è frutto di un’intelligente gestione delle risorse naturali e di una progettualità lucida e determinata. La SIT spa, che insieme alle società Carosello spa e S.In.Val srl rappresenta il settore impianti di risalita del Consorzio Pontedilegno-Tonale, è una public company che riunisce enti pubblici e 1.500 soci privati, dove gli utili non vengono distribuiti bensì reinvestiti sul territorio, in particolare sugli impianti di risalita che sono stati il traino della controtendenza positiva di cui sopra. Alla storica attività che compete alla SIT spa, ovvero la realizzazione e gestione degli impianti di risalita, negli ultimi anni si sono aggiunte altre attività tra le quali merita di essere sottolineata la gestione delle centraline idroelettriche realizzate nel comune di Ponte di Legno, effettuata tramite le proprie controllate SED srl e SIT Service srl.

Questi investimenti e soprattutto questi risultati sono l’espressione di un’Italia che funziona, di una montagna che cresce e che è in grado di camminare con le proprie gambe verso il futuro. Una montagna che sfruttando le proprie risorse rinnovabili, ovvero l’acqua dei torrenti (per le centraline idroelettriche) e la legna dei boschi (per la centrale del teleriscaldamento), produce una ricchezza che alimenta il motore del suo sviluppo.

Negli ultimi anni altri grossi investimenti per un totale di 20 milioni di euro sono stati fatti dalla società Carosello spa per la parte trentina che completa il comprensorio sciistico, con una cabinovia che arriva proprio in cima al ghiacciaio: grazie a questi impianti di risalita chiunque in soli 30’ può partire da Ponte di Legno e raggiungere i 3.000 m di Passo Presena per affacciarsi su un panorama che spazia su Adamello, Lobbie, Presanella e Pian di Neve, il più vasto ghiacciaio delle Alpi italiane. Oggi il comprensorio Pontedilegno-Tonale, con le sue piste tutte collegate che vanno dai 1.121 m di Temù ai 3.000 m del ghiacciaio Presena, può competere con le più blasonate ski resort dell’arco alpino. Da questo inverno, un lago artificiale da 120.000 metri cubi posizionato lungo la Valle dell’ Albiolo rappresenta una risorsa in più per garantire l’innevamento delle piste, sin dall’inizio della stagione invernale.
Dopo gli investimenti nel settore degli impianti di risalita e dell’innevamento programmato, è giunto ora il momento di implementare tutti i servizi complementari di ospitalità turistica per adeguarli al livello raggiunto dal carosello sciistico, con particolare attenzione al settore del wellbeing. Entro Natale 2021 un bellissimo Centro termale wellness sorgerà in piazzale Europa, nel cuore di Ponte di Legno, tra il centro storico e le piste da sci.

Il progetto prevede un investimento di circa 24 milioni di euro e porta la firma dell’architetto Marco Casamonti che ha voluto rispettare l’identità di questo territorio puntando sui suoi tratti più caratteristici: il ghiaccio e le montagne. Sarà un edificio molto elegante che completerà l’offerta turistica del comprensorio Pontedilegno-Tonale attraverso un’esperienza di svago e di tempo libero, come alternativa e completamento dell’attività sciistica.

Altri progetti verranno inaugurati a breve e completati nel prossimo triennio, per un investimento complessivo di quasi 35 milioni di euro. Verrà realizzata la funicolare che in Tonale collegherà l’arrivo della cabinovia alla strada statale con relativa area pedonale, migliorando sensibilmente la mobilità sostenibile all’interno del comprensorio attraverso un investimento di oltre tre milioni di euro. Hanno già preso il via i lavori di realizzazione della Zip line a Ponte di Legno, che verrà inaugurata questa estate. Si tratta di un percorso-avventura estrema- mente panoramico che permetterà di scendere attraverso il bosco, imbragati e in posizione seduta, zigzagando sopra gli sciatori. La discesa avverrà per gravità, con l’imbrago agganciato ad un carrello che percorrerà tratti in rotaia ed altri a fune. La partenza sarà posizionata presso la stazione di partenza della seggiovia Casola e l’arrivo presso la partenza della seggiovia Valbione, per uno sviluppo complessivo di 1.273 metri, un dislivello di 249 metri ed una pendenza media del 20%. Durante la corsa, che durerà tra i 4 e i 5 minuti e potrà essere effettuata da soli oppure in due, lo sguardo potrà spaziare sul grazioso paese di Ponte di Legno e sulle maestose cime che lo abbracciano. In questo caso, l’investimento previsto è di 0,7 milioni di euro. Un’alternativa alla Zip line, ma ancora più adrenalinica, sarà il Volo d’angelo che si snoderà tra la Cima Corno d’Aola e la località Tonalina, a metà strada tra Ponte di Legno ed il Tonale: su questo tracciato lungo oltre due chilometri, i più coraggiosi raggiungeranno la velocità di oltre 100 km/h ad un’altezza dal suolo che sfiorerà i 500 metri! L’investimento previsto in questo caso è di circa un milione di euro. Sempre a Ponte di Legno verrà realizzato un Après ski alla partenza delle piste da sci, dedicato al divertimento pomeridiano e serale per un investimento di circa un milione di euro. Per quanto riguarda l’estate, sono previste sei nuove aree attrezzate dedicate al relax ed al fitness, sullo stile di quella realizzata in Val Sozzine. Sorgeranno a Temù e a Ponte di Legno in località Valbione, Pezzo, Santa Apollonia, Precasaglio e Case di Viso e comprenderanno un’area relax e solarium, un’area gioco ed una dedicata al pic-nic. Per quanto riguarda Case di Viso, prevediamo inoltre la completa chiusura al traffico di questa vallata secondaria ubicata nel cuore del parco Nazionale dello Stelvio che verrà così interamente dedicata al turismo ambientale ed alle E-Bike, per un investimento complessivo di circa un milione di euro che va a completare gli investimenti già fatti sulla pista ciclabile con anche le colonnine di ricarica per le bici elettriche e sui percorsi freeride. Coerentemente con la nostra vocazione green, prevediamo il completamento della rete di teleriscaldamento di Ponte di Legno, alimentata da una centrale a biomassa che ci consentirà di sostituire i camini inquinanti con energia prodotta da fonte rinnovabile, per un investimento di circa tre milioni di euro.

Essendo il comprensorio Pontedilegno-Tonale una destinazione particolarmente ideale per le famiglie, è in programma anche la costruzione di un Family Village che sorgerà sul versante trentino del Passo Tonale, ai piedi delle piste da sci. Sarà una struttura dedicata alle famiglie, con una parte interna riservata alle aree gioco, alla mensa e alle aule ludico-didattiche, ed una parte esterna attrezzata con tapis roulant, parete di arrampicata e giostre sulla neve. Vedrà la presenza di animatori e di personale qualificato che si prenderanno cura dei bambini anche per tutto il giorno, dando la possibilità ai genitori di trascorrere una giornata sulle piste senza preoccupa- zioni. Si tratta di un progetto di oltre 3 milioni di euro che è già stato appaltato.

Per quanto riguarda l’intrattenimento, con il festival Ice Music abbiamo proposto qualcosa di veramente esclu- sivo, che ha puntato i riflettori di tutto il mondo sul comprensorio Pontedilegno-Tonale. Si tratta di un ulterio- re stimolo ad arricchire la nostra offerta con proposte di qualità, forti anche della fiducia che ci è stata data quest’anno da un partner molto prestigioso quale Mercedes-Benz Italia, che riteniamo essere in linea con le caratteristiche di sportività e di voglia di raggiungere obiettivi sempre più alti, che ci distinguono.

Ponte di Legno, nuovo centro termale 1024 576 Pontedilegno Terme

Ponte di Legno, nuovo centro termale

Ponte di Legno, nuovo centro termale


Accanto allo sci e agli altri sport invernali, alle attivita’ sportive estive come la mountain bike e il trekking, ci sarà anche la nuova proposta di benessere

Novità a Ponte di Legno: un innovativo centro termale wellness aprira’ i battenti nel 2020, ampliando l’offerta del comprensorio a cavallo tra la lombarda Valle Camonica e la trentina Val di Sole. Accanto allo sci e agli altri sport invernali, alle attivita’ sportive estive come la mountain bike e il trekking, chi ama trascorrere le vacanze nel comprensorio Pontedilegno-Tonale, trovera’ anche la nuova proposta di benessere termale. Il complesso sorgera’ in piazzale Europa, nei pressi del centro storico di Ponte di Legno e sara’ firmato da Archea Associati, studio fiorentino attivo in tutto il mondo e autore di celebri architetture che hanno saputo coniugare design contemporaneo e valorizzazione del paesaggio nel rispetto del contesto urbano, naturale o della tradizione storico-culturale di riferimento.

Per presentare il nuovo look di piazzale Europa, il Consorzio Pontedilegno – Tonale ha promosso la mostra “Acqua, luce, benessere”, in corso, alla Triennale di Milano. Il tema della mostra sara’ l’architettura alpina contemporanea promossa dal Consorzio Pontedilegno-Tonale a compimento del Concorso ad inviti per il nuovo Centro termale e di benessere. Fino al 21 gennaio sara’ possibile ammirare i risultati del concorso che ha visto protagonisti gli studi di fama internazionale: aMDL – Architetto Michele De Lucchi, Archea Associati, CZA Cino Zucchi Architetti, Lissoni Architettura e Substantial Architecture. L’esposizione, a cura di Luca Molinari, presenta tutti i cinque progetti che hanno partecipato al concorso indetto da SIT, Societa’ Impianti Turistici Ponte di Legno. Il progetto di exhibit design della mostra, a cura di Vudafieri-Saverino Partners con Cristofori Santi Architetti, organizza lungo 6 clusters un percorso semplice. E 18 espositori bifacciali in compensato lamellare di betulla naturale e ferro grezzo non trattato sono distribuiti “a fiore” ritmando il percorso dinamico e continuo, di circolazione e sosta, dei visitatori all’interno dell’atrio di Triennale di Milano.

“Dopo gli importanti investimenti fatti negli ultimi 10 anni nel settore degli impianti di risalita, adesso e’ giunto il momento di implementare i servizi, con particolare attenzione al settore del wellbeing. – spiega Mario Bezzi, presidente del Consorzio Pontedilegno-Tonale e della societa’ SIT spa che ha indetto il concorso per il centro termale- Nell’estate del 2020 un Centro termale wellness. Sara’ un edificio molto elegante che completera’ l’offerta turistica del comprensorio Pontedilegno-Tonale attraverso una esperienza di svago e di tempo libero, come alternativa e completamento dell’attivita’ sciistica”.

Il nuovo Centro termale wellness di Pontedilegno – Tonale 1024 576 Pontedilegno Terme

Il nuovo Centro termale wellness di Pontedilegno – Tonale

Il Consorzio Pontedilegno – Tonale darà inizio ad un nuovo sviluppo turistico della località alpina: verrà inaugurato un innovativo centro termale wellness che amplierà l’offerta del comprensorio Pontedilegno – Tonale; accanto allo sci e agli altri sport invernali, alle attività sportive estive come la mountain bike e il trekking, chi ama trascorrere le vacanze in questo paradiso naturale incastonato tra le montagne della Lombardia e quelle del Trentino, troverà anche la nuova proposta di benessere termale.

Il complesso sorgerà in piazzale Europa, nei pressi del centro storico di Ponte di Legno e sarà firmato dallo studio fiorentino Archea Associati.

Per presentare il nuovo look di piazzale Europa, il Consorzio Pontedilegno – Tonale ha promosso la mostra “Acqua, luce, benessere”, che ha avuto luogo fino al 21 gennaio nella prestigiosa cornice della Triennale di Milano. “Dopo gli importanti investimenti fatti negli ultimi 10 anni nel settore degli impianti di risalita, adesso è giunto il momento di implementare i servizi, con particolare attenzione al settore del wellbeing. – spiega Mario Bezzi, presidente del Consorzio Pontedilegno-Tonale e della società SIT spa che ha indetto il concorso per il centro termale – Nell’estate del 2020 un Centro termale wellness sorgerà in piazzale Europa, nel cuore di Ponte di Legno, tra il centro storico e le piste da sci. Il progetto porta la firma dell’architetto Marco Casamonti che ha voluto rispettare l’identità del nostro territorio puntando sui suoi tratti più caratteristici: il ghiaccio e le montagne. Sarà un edificio molto elegante che completerà l’offerta turistica del comprensorio Pontedilegno-Tonale attraverso una esperienza di svago e di tempo libero, come alternativa e completamento dell’attività sciistica”.

Lo studio Archea Associati descrive così il progetto: “l’edificio delle nuove terme si protende dalle viscere della montagna fino a scalare il cielo. Come nelle nevi perenni soprastanti, il paesaggio costruito è caratterizzato da una profonda fenditura, un crepaccio artificiale che termina in uno specchio d’acqua quale risultato di un doloroso quanto inesorabile scioglimento, mentre in sommità una vasca permette di nuotare e rilassarsi, dopo l’esperienza della grotta, nel mezzo del cielo. Le Terme realizzano una naturale estensione della piazza in cui sorgono e con questa si fondono individuando nel centro di Ponte di Legno un luogo dove sia in estate che in inverno, il paesaggio circostante, costituito da una straordinaria quanto impareggiabile corona di montagne, si riflette sulle facciate.
Liberare lo spazio occupato dall’attuale Municipio per restituirlo alla vita sociale, allo svago, al tempo libero come alternativa e completamento dell’attività sciistica, questo è l’obiettivo principale di un progetto che mira ad incrementare l’offerta turistica di un luogo che può esprimere una rinnovata identità e quindi mostrare caratteri unici e originali, tratti distintivi di un paesaggio naturale e costruito in cui l’architettura, come disciplina, deve recitare necessariamente la propria parte.”

fonte: archiportale.com

Il progetto è firmato dall’architetto fiorentino Marco Casamonti 1024 576 Pontedilegno Terme

Il progetto è firmato dall’architetto fiorentino Marco Casamonti

Ponte di Legno: ecco le nuove terme

Il progetto è firmato dall’architetto fiorentino Marco Casamonti: mercoledì sera è stata inaugurata una mostra nella quale sono confluiti i progetti proposti alla Sit

Per trasformare in realtà il grande sogno 2.0 l’alta valle Camonica ha già puntato la sveglia: estate 2020. Un po’ in là in effetti, ma l’investimento (24 milioni di euro) e la complessità dell’intervento (un nuovo centro termale nel cuore di Pontedilegno) richiedono massima attenzione. La strada però è ben tracciata, tanto che mercoledì sera a Milano, nella prestigiosa cornice della Triennale, è stata inaugurata una mostra dedicata all’architettura alpina contemporanea nella quale sono confluiti i progetti, e le suggestioni che cinque studi di architettura avevano proposto alla Sit, la Società Impianti Turistici di Pontedilegno che aveva promosso un concorso di idee prima di aggiudicarsi l’appalto per realizzare l’impianto.

Il progetto scelto è quello di Marco Casamonti di Archea Associati, studio fiorentino autore di celebri interventi che hanno saputo coniugare design contemporaneo e valorizzazione del paesaggio. Su tutti, la «Cantina Antinori» nella zona del Chianti. Per Pontedilegno, Casamonti ha ideato un centro wellness ispirato ai ghiacci. Meglio, al crepaccio di un ghiacciaio, con pareti alte trenta metri e vasche adagiate sul fondo.«In questo modo — spiega Mario Bezzi, presidente del Consorzio Pontedilegno Tonale e della Sit — la nostra località potrà contare su un’offerta turistica più ampia: accanto allo sci e agli altri sport invernali, alle attività sportive estive come la mountain bike e il trekking, chi ama trascorrere le vacanze da noi troverà anche il benessere termale. Dopo gli importanti investimenti fatti nel settore degli impianti di risalita, adesso è giunto il momento di implementare i servizi, con particolare attenzione al settore del wellbeing, per coniugare svago e tempo libero. L’edificio di Casamonti rispetta l’identità del nostro territorio puntando sui suoi tratti più caratteristici: il ghiaccio e le montagne».

Per presentare il nuovo look di Pontedilegno, il consorzio turistico dell’alta valle Camonica ha promosso la mostra «Acqua, luce, benessere», nella quale fino al 21 gennaio sarà possibile osservare i risultati del concorso al quale avevano partecipato anche gli studi aMDL – Architetto Michele De Lucchi, CZA Cino Zucchi Architetti, Lissoni Architettura e Substantial Architecture. «La mostra – spiega il curatore Luca Molinari – presenta al grande pubblico tutti i lavori. Il concorso ha coinvolto grandi firme dell’architettura per dare forma a segni inediti, consapevoli e carichi di calore domestico capaci di trasformare nuovi monumenti contemporanei in case aperte, frammenti di un futuro migliore». Disegni, rendering e modelli si alternano a foto d’epoca e contemporanee per illustrare le interpretazioni di un’infrastruttura pensata per la cura e l’accoglienza in dialogo con i caratteri del paesaggio alpino.

fonte: brescia.corriere.it

Pontedilegno-Tonale, una megaspa per rilassarsi dopo lo sci 1024 576 Pontedilegno Terme

Pontedilegno-Tonale, una megaspa per rilassarsi dopo lo sci

Via libera al progetto del grande stabilimento termale del comprensorio. Firmato dallo studio fiorentino Archea Associati, utilizzerà le acque della fonte di Santa Apollonia, che sorge ai piedi del Monte Gavia.

Un grande ed innovativo centro termale wellness nei pressi del centro storico di Ponte di Legno, con lo sguardo rivolto all’Adamello. Sorgerà in piazzale Europa, dando nuovo impulso allo sviluppo turistico in rapida ascesa dell’area montana Pontedilegno–Tonale, incastonata tra la Lombardia e il Trentino. Sarà firmato da Archea Associati, studio fiorentino attivo in tutto il mondo e autore di celebri architetture, come la nuova Cantina Antinori nel Chianti Classico a San Casciano Val di Pesa o il Yanqing Grape Expo nei pressi di Pechino, capaci di coniugare design contemporaneo e valorizzazione del paesaggio.

L’edificio delle nuove terme, che saranno pubbliche come quelle di Merano, occuperà ben 7000 metri quadrati e si protenderà dalle viscere della montagna fino a scalare per 30 metri il cielo. Sarà caratterizzato da una profonda fenditura, un crepaccio artificiale che termina in uno specchio d’acqua, mentre in cima una vasca di acqua calda permetterà di nuotare e rilassarsi, dopo l’esperienza della grotta, sfiorando il cielo.
Pontedilegno-Tonale, una megaspa per rilassarsi dopo lo sci

Le terme, il cui progetto è stato discusso anche con gli abitanti di Ponte di Legno, vogliono così diventare la naturale estensione della piazza in cui sorgeranno, liberando lo spazio occupato dall’attuale Municipio, per restituirlo alla vita sociale, allo svago e al tempo libero, come alternativa e completamento dell’attività sciistica in inverno e di quella escursionistica in estate. Un progetto particolarmente attento al rispetto dell’identità del territorio alpino puntando sui suoi tratti più caratteristici: il ghiaccio e le montagne. L’acqua utilizzata nel centro termale sarà quella della Fonte di Santa Apollonia che sgorga all’estremo confine della Valle Camonica, ai piedi del monte Gavia, a 1580 metri sul livello del mare.

Un’acqua bicarbonata ferruginosa già utilizzata nell’antichità, l’unica effervescente naturale della Lombardia, particolarmente ricca di ferro e capace di sollecitare le funzioni digestive e di rendere più resistente l’organismo agli sforzi muscolari e cerebrali. Pochi passi separeranno il centro termale dagli impianti di risalita che portano ai cento chilometri di piste del comprensorio sciistico Pontedilegno-Tonale, situato a cavallo tra la lombarda Valle Camonica e la trentina Val di Sole, tra i 1.120 metri di Temù e i 3.000 metri del ghiacciaio Presena. I più avventurosi trovano anche alcuni dei più spettacolari fuoripista delle Alpi (Pisgana, Cantiere, Vescasa), cascate di ghiaccio da scalare e la possibilità di cimentarsi in snow kite e ice karting su pista di ghiaccio. Tutt’intorno vette, lussureggianti boschi di conifere, nevi perenni e torrenti che, nella bella stagione, diventano meta di piacevoli escursioni. a piedi o in mountain bike. Fino al 21 gennaio il progetto del futuro centro termale, insieme ad altri quattro progetti presentati, sarà esposto alla Triennale di Milano, nella mostra dedicata “Acqua, luce, benessere”.

fonte: repubblica.it

Preferenze per la Privacy

Quando si visita il nostro sito Web, è possibile che le informazioni nel browser vengano memorizzate da servizi specifici, in genere sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Vale la pena notare che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che siamo in grado di offrire.

Click to enable/disable Google Analytics tracking code.
Click to enable/disable Google Fonts.
Click to enable/disable Google Maps.
Click to enable/disable video embeds.
Il nostro sito web utilizza i cookie. Definisci le tue preferenze sulla privacy e / o acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.